venerdì 13 gennaio 2017

Batteria veicolo scarica? Una soluzione veloce

Per Natale scorso mi è stato regalato un PowerBank Beatit b5. Appena lo ho visto non capivo:

  • Molto spesso (più di 3 cm) e pesante (più di 300 gr),
  • Solo 10.000 mAh (con queste dimensioni?),
  • Una sola porta USB (e lo spazio non manca di certo),
  • Una pratica ed INGOMBRANTE borsa per portarlo con ampia imbottitura (???)
Apro la borsa e dentro trovo, oltre al solito cavo USB-miniUSB per caricare sia il cellulare che il powerbank anche dei morsetti per applicarlo alla batteria della'automobile.

Leggendo le istruzioni mi accorgo che a bordo ha una potentissima luce led per illuminare al buio con funzione di lampeggio, buona idea.
Vedo anche che tale PowerBank sembra in grado di avviare un motore diesel di oltre 2000 cc o a benzina di oltre 4000 cc .... 
Mi sa di sola, ma mi sbagliavo
Alla prima occasione ho inserito una chiave esagonale da 4.5 nella sua PRATICA borsetta(mi servirà per accedere alla batteria del mio XMAX 250) e lo posizionato nel sottosella all'interno del casco a disposizione del passeggero (non riuscirò a prenderlo e riporlo con una sola mano, ma la sua forma cava è uno spazio inutilizzato). Ed ho ricominciato ad usare lo scooter quotidianamente.

A causa del brusco e prolungato calo delle temperature di questo inizio gennaio 2017 e di una settimana di ferie al primo utilizzo dello scooter dell'anno la batteria a fatto cilecca e non  partito.
Mannaggia, devo andare a lavoro.
Mi sono ricordato dell'INUTILE regalo e lo ho messo alla prova.

In un paio di minuti ho smontato lo scudo che protegge la batteria del mio scooter, ho collegato i morsetti del powerbank prima alla batteria e poi al power bank stesso (attenzione alla polarità lato batteria, dall'altra parte non ci si può sbagliare.

Ho provato ad accendere lo scooter e ...
FUNZIONA !!
Sono stato felicissimo, anzi non ho rimontato lo scudo temendo di avere lo stesso problema durante la giornata e sono andato a lavoro arrivando con solo una decina di minuti di ritardo.

Arrivato al lavoro ho pensato bene di ricaricare il tutto collegandolo al PC tramite il cavo USB in dotazione, mi dovesse servire di nuovo.
Nelle istruzioni c'è scritto che mantiene la carica per circa tre mesi ... ad ogni cambio di stagione (ormai il 21 marzo) lo rimetterò in carica.

Grazie Roby per avermi fatto questo regalo, me lo terrò stretto stretto. Sarà sempre comodo per far ripartire lo scooter, caricare il cell se sto in giro, avere una potente torcia sempre con me.

Trucchetto: effettuando questa operazione ho notato che il morsetto del positivo della batteria era coperto da una specie di sale bianco, si tratta di ossido e non è un buon conduttore di corrente. Per migliorare le prestazioni della batteria la sera dello stesso giorno, prima di rimontare il musetto dello scooter, ho pensato bene di spruzzarci sopra uno sgrippante (il mio preferito è il WD40)