venerdì 1 febbraio 2013

Programmi Elettorali Febbraio 2013

Leggendo questo articolo  con un’abile operazione di copia e incolla in modo che, a mio avviso, sia più leggibile ho creato la seguente tabella.
Lo ammetto a oggi (01/02/2013) non ho letto tutto, ma mi ripropongo di farlo a breve.
Sarebbe carino se ognuno di noi, per i campi che conosce, facesse i suoi commenti.
Altra cosa carina, rileggere il tutto a fine mandato del prossimo governo, controllare ciò che è stato promesso e ciò che è stato fatto per generare ulteriori commenti.
    
Economia
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Rispettare il pareggio di bilancio strutturale (al netto degli effetti del ciclo economico) Introduzione class action Affiancare al Pil un indice che misuri il benessere sociale e ambientale 0001
Portare in 5 anni il rapporto debito-Pil sotto quota 100% con vendita immobili pubblici, vendita di partecipazioni, valorizzazione concessioni demaniali Ridurre lo stock del debito pubblico in misura pari a un ventesimo ogni anno Abolizione scatole cinesi in Borsa, delle cariche multiple nei Cda, delle stock option, dei monopoli di fatto (Telecom, Autostrade, Eni, Enel, Mediaste, FS) Affiancare al Pil un indice che misuri il benessere sociale e ambientale 0002
Costituzione di un fondo obbligazionario a cui lo Stato conferisca parte del patrimonio pubblico Valorizzare/dimettere il patrimonio pubblico per ridurre lo stock del debito Favorire rappresentanza piccoli azionisti 0003
Utilizzare completamente i fondi Ue, con meccanismi sanzionatori Ridurre e riqualificare la spesa corrente, preservando quella per infrastrutture, ricerca e istruzione Per le aziende quotate in Borsa o con partecipazione statale, introduzione tetto per gli stipendi dei manager e vietare la nomina dei condannati 0004
Irrevocabilità di mutui e finanziamenti Utilizzare completamente i fondi strutturale dell’Ue Introdurre la responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti 0005
Maratoria su rate mutuo non pagate negli ultimi 18 mesi Abbandonare definitivamente la concertazione per il metodo della consultazione 0006
Rivedere l’accordo Basilea III per facilitare credito Ridurre il denaro contante in circolazione, per combattere evasione e riciclaggio 0007
Partecipazione agli utili da parte dei lavoratori Negli appalti, la regola deve essere quella della ‘stazione unica appaltante’ 0008
Buoni dote per la formazione 0009
Promuovere il merito contro le chiusure corporative e familistiche Superamento della politica europea di sola austerità Armonizzare i bilanci pubblici Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio agli sprechi Affrontare il problema del debito pubblico con scelte eque e radicali, partendo dall’abbattimento dell’alto tasso degli interessi pagati 0010
Affermare il ruolo dello Stato (diretto o come controllo) nei settori dei beni pubblici (acqua, energia, cultura, formazione), rifiutando la privatizzazione Favorire accesso al credito per famiglie, giovani e imprese Ridurre e riqualificare la spesa corrente, preservando quella per infrastrutture, ricerca e istruzione Sostenere le società no-profit Fare una legge sul conflitto d’interessi 0011
Separare banche di credito da banche di investimento Favorire le produzioni locali 0012
Favorire nuove forme di finanziamento alle imprese come private equity o venture capital Disincentivi alle aziende che generano un danno sociale 0013
Tasse e Lotta all'evasione
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Tassare i grandi patrimoni finanziari e immobiliari Eliminazione Imu prima casa Ridurre il denaro contante in circolazione, per combattere evasione e riciclaggio Abolizione del canone telefonico per l’allacciamento alla linea fissa Istituire una patrimoniale sulle grandi ricchezze 0101
No alla patrimoniale Detassare i redditi di lavoro femminile Abolire l’Imu sulla prima casa 0102
No all’aumento Iva Estendere l’Imu agli istituti commerciali della Chiesa e delle fondazioni bancarie 0103
Azzeramento Irap entro 5 anni 0104
Diminuzione pressione fiscale di 1 punto all’anno per 5 anni 0105
Detassazione utili reinvestiti in azienda 0106
Detassazione del salario di produttività 0107
Totale detassazione dell’apprendistato fino a 4 anni 0108
Innalzamento limite uso del contante 0109
Introdurre la possibilità di scaricare fatture e ricevute 0110
Introdurre il concordato fiscale preventivo 0111
Lotta decisa all’evasione fiscale Fiscalità di vantaggio come politica di sviluppo economico territoriale Ridurre il carico fiscale su lavoro e impresa, non appena le condizioni generali lo consentiranno Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità e trasporti agli altri paesi europei Colpire l’evasione fiscale e alleggerire la pressione per i redditi medio-bassi 0112
Ridisegno profondo del sistema fiscale per alleggerire il peso sul lavoro e sull’impresa Revisione e riduzione dei poteri di Equitalia Trasferire il carico fiscale sui grandi patrimoni e sui consumi che non impattano sui più deboli e sul ceto medio Far aumentare le retribuzioni con il recupero del fiscal drag e con la detassazione delle tredicesime 0113
Revisione radicale del redditometro Favorire l’emersione dell’economia sommersa 0114
Costituzionalizzazione dei diritti del contribuente 0115
Industria e Impresa
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Credito d’imposta per 5 anni alle imprese per ogni giovane assunto a tempo indeterminato Aumentare gli investimenti in ricerca e innovazione con il credito strutturale d’imposta Vietare incroci azionali tra banche e sistema industriale 0201
Sostituire sistema sussidi alle imprese con riduzione delle tasse su lavoro e produzione Introdurre nuove forme di finanziamento per migliorare l’accesso al credito Divieto di parteciapazione azionaria da parte di banche e enti pubblici o parapubblici a società editoriali 0202
Pagamenti della P.A. alle imprese più rapidi Ridurre i costi del credito per l’export 0203
Per tre anni, vantaggi fiscali alle imprese di under 35 Rafforzare l’Istituto per il commercio estero 0204
Revisione dei premi Inail in funzione del rischio reale, introducendo il criterio bonus-malus Sostenere l’export per imprese agricole e industriali 0205
Tutelare gli interessi nazioni evidando attacchi a danno di aziende strategiche Sostenere le nuove idee imprenditoriali 0206
Aiutare le produzioni a competere sul lato della qualità e dell’innovazione Semplificazione degli adempimenti fiscali delle Pmi, degli artigiani e degli autonomi Promuovere misure per la crescita dimensionale delle imprese Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con prevalente mercato interno Favorire investimenti in ricerca e sviluppo, defiscalizzando quelle aziende che investono e creano occupazione a tempo indeterminato 0207
Dare vita a una politica industriale ‘integralmente ecologica’ Centralità della Pmi nel modello di sviluppo italiano Cercare di ridurre il costo dell’energia Liberare le imprese dal vincolo malavitoso e dalla burocrazia 0208
Aiutare le piccole e medie imprese aiutandole a collegarsi, capitalizzarsi, accedere alla ricerca e all’internazionalizzazione Passare dalle autorizzazioni ex ante ai controlli ex post Favorire la nascita di nuove imprese nei settori portatori di crescita 0209
Promuovere un progetto-Paese che individui grandi aree di investimento, di ricerca e d’innovazione verso le quali orientare il sistema delle imprese Utilizzare la Cassa Depositi e Prestiti per finanziare innovazione e garantire crediti all’export Raggiungere un livello di investimenti diretti esteri vicino alla media europea, quando sono basati su piani industriali seri 0210
Sviluppare distretti e reti d’impresa 0211
Tutela dei piccoli negozi 0212
Valorizzare le libere professioni 0213
Liberalizzazioni Liberalizzazioni
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Ritorno alla Legge Biagi Promuovere il decentramento della contrattazione salariale Abolizione della legge Biagi Abrogazione della riforma Fornero 0301
Difendere la riforma Foriero delle pensioni Difesa dei contratti collettivi nazionali 0302
Ridurre a un anno il tempo medio del passaggio tra un’occupazione e l’altra Ripristino dell’articolo 18 0303
Incentivi e detassazione per la formazione e l’inserimento sul lavoro degli under 30 0304
Incentivare l’assunzione di anziani e dare sostegno agli over 55 senza lavoro ma ancora non in pensione 0305
Introdurre una legge sulla rappresentanza dei lavoratori contro l’arbitrio delle aziende che discriminano i lavoratori Risoluzione della questione esodati Dare nuovo impulso alla previdenza complementare Incentivare l’utilizzo del telelavoro Combattere il precariato 0306
Sviluppo della contrattazione aziendale e territoriale Promuovere un modello di flessibilità e sicurezza simile ai paesi scandinavi Introdurre una legge sulla rappresentanza e la democrazia nei luoghi di lavoro 0307
Incoraggiare forme di pensione integrativa Completare la riforma del lavoro, con norme sugli ammortizzatori sociali, sull’apprendistato, politiche attive del lavoro e all’efficacia dei servizi Risolvere la questione degli esodati 0308
Maggiore trasparenza per i sindacati Superare il dualismo tra lavoratori dipendenti protetti e non protetti Tetto alle pensioni d’oro 0309
Tetto alle pensioni d’oro Drastica semplificazione normativa e amministrativa in materia di lavoro Difendere la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro 03010
Sviluppo del telelavoro 03011
Welfare
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Incentivi fiscali per la natalità Garantire sussidio di disoccupazione Introdurre il reddito minimo per i disoccupati 0401
Introduzione del quoziente familiare Ampliare i congedi parentali 0402
Bonus bebè Studiare un sistema di reddito di sostentamento minimo 0403
Detrazione totale dall’imponibile delle spese per l’istruzione dei figli Favorire l’accesso alla casa 0404
Stabilizzazione e raddoppio del 5 per mille Favorire la creazione di asili nido 0405
Sospensione per due anni dell’imposta di registro sulla vendita tra privati per la prima casa e dimezzamento per gli altri immobili 0406
Sostenere la diffusione degli asili nido Piano sviluppo asili nido Promuovere politiche di conciliazione famiglia-lavoro Difendere il diritto alla casa e recuperare il patrimonio edilizio esistente 0407
Sostegno straordinario alle famiglie per assistenza a disabili e anziani non autosufficienti Riconoscere e valorizzare il ruolo del volontariato 0408
Favorire la conciliazione di vita e lavoro nelle famiglie 0409
Potenziamento dei servizi sociali 0410
Favorire l’acquisto da parte degli inquilini delle case degli enti pubblici 0411
Approvare un nuovo piano casa 0412
Liberalizzazioni
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Riduzione della proprietà intellettuale a 20 anni e abolizione legge Urbani sul copyright 0501
Depenalizzazione della diffamazione 0502
Apertura al mercato dei settori dove esistono monopoli o oligopoli statali: scuola, università, poste, energia, servizi pubblici locali 0503
Fare della Legge annuale sulla Concorrenza lo strumento di periodica azione di rimozione dei vincoli che ingessano l’economia e ostacolano la tutela dei consumatori 0504
Contrasto ai cartelli nel settore assicurativo Proseguire e intensificare la politica di apertura dei mercati dei beni e dei servizi, sulla base di un adeguato processo di consultazione pubblica 0505
Rilancio della liberalizzazione e privatizzazione delle reti infrastrutturali e dei servizi pubblici 0506
Infrastrutture e Trasporti
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Progetto “Adotta una infrastruttura”: chi la finanzia può detrarre il 90% del contributo e partecipare al controllo della realizzazione Stop alla Tav in val di Susa Stop alla Tav in val di Susa 0601
Stop al ponte sullo Stretto di Messina Stop al ponte sullo Stretto di Messina; 0602
Introduzione di una forte tassazione per l’ingresso nei centri storici di auto private con un solo occupante 0603
Divieto di costruzione nuovi parcheggi in aree urbane 0604
Uso del credito d’imposta e del project financing per lo sviluppo delle infrastrutture Disincentiva l’uso dei mezzi privati in città Favorire una mobilità sostenibile che liberi l’aria delle città dallo smog 0605
Piano per la mobilità urbana sostenibile Sviluppare reti di piste ciclabili 0606
Potenziamento logistica e trasposto merci Spazi condominiali per le bici 0607
Snellire le procedute per approvare più velocemente le infrastrutture necessarie per il paese Parcheggi per bici in città 0608
Realizzazione delle linee ad alta velocità, a partire dalla Tav Potenziamento dei mezzi pubblici con motori elettrici 0609
Completare la regionalizzazione dell’Anas Collegamenti efficienti tra diverse forme di trasporto pubblico 0610
Puntare sulla mobilità sostenibile Sviluppare tratte ferroviarie dei pendolari 0611
Corsie riservate per i mezzi pubblici nei centri urbani 0612
Piano di mobilità per i disabili obbligatorio a livello comunale 0613
Ambiente ed Energia
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Diminuzione delle accise sull’energia Introdurre una certificazione verso i prodotti realizzati con materiali riciclati Applicazione immediata della normativa sulla certificazione energetica degli edifici Fermare il consumo del territorio, tutelando il paesaggio 0701
Benefici fiscali e finanziamenti agevolati per la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare Modificare la costituzione per riportare in capo allo Stato le decisioni in materia di infrastrutture energetiche Utilizzare le norme approvate dalla provincia di Bolzano come parametro massimo per il consumo delle nuove costruzioni o per le ristrutturazioni Creare posti di lavoro attraverso un piano per il risparmio energetico, lo sviluppo delle rinnovabili e la messa in sicurezza del territorio 0702
Puntare all’autosufficienza regionale nel ciclo dei rifiuti, favorendo la raccolta differenziata Introdurre, sul modello dei Paesi nordeuropei, l’istituto del ‘dibattito pubblico’ Tagliare del 10% in 5 anni dei consumi energetici degli edifici pubblici, con sanzioni per inadempienti Valorizzare le eccellenze italiane nella green economy 0703
Eliminare incentivi Cip6 0704
Legalizzazione e incentivazione dei biocombustibili e biogas 0705
Contrasto severo dei reati contro l’ambiente Approvare un piano energetico nazionale per lo sviluppo delle rinnovabili e che tenga conto dello stato della rete e degli impianti Essere intransigenti verso chi viola le regole ambientali Investire nella ricerca universitaria Fermare il consumo del territorio, tutelando il paesaggio 0706
Dare vita a una politica industriale ‘integralmente ecologica’ Sviluppare il sistema di incentivi per le rinnovabili, evitando di creare rendite di posizione dannose Riorientare industria, trasporti, agricoltura, edifici secondo i criteri dell’efficienza, del contenimento delle emissioni, dell’impiego di materiali riciclabili e tecnologie intelligenti Integrazione atenei/aziende Creare posti di lavoro attraverso un piano per il risparmio energetico, lo sviluppo delle rinnovabili e la messa in sicurezza del territorio 0707
Fare dell’ambiente uno dei settori dove non esiste differenza tra poveri e ricchi Incentivi per investimenti in nuove tecnologie per la riduzione dei consumi energetici Aumentare gli sforzi sulla riduzione e la differenziazione dei rifiuti Sviluppo strutture di accoglienza degli studenti Valorizzare le eccellenze italiane nella green economy 0708
Incrementare gli investimenti per la realizzazione della smart grid Snellimento e semplificazione delle governance del mondo dell’energia 0709
Approvare un piano per il riassetto idrogeologico 0710
Valorizzare sistema dei parchi e delle aree protette 0711
Informazione e Sviluppo Digitale
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Approvare il principio dell’assoluta trasparenza della P.A. Introdurre l’approccio ‘open data’, rendendo tutti i dati della P.A. pubblici e accessibili onlne Abolizione della legge Gasparri e della legge D’Alema che richiede un contributo dell’1% sui ricavi degli assegnatari di frequenze tv Accesso a internet gratuito per i giovani 0801
Promuovere l’utilizzo del cloud computing nella P.A. per ridurre i costi e portare tutti i servizi online Incentivare l’utilizzo delle tecnologie digitarli nei processi amministrativi Vendita ad azionariato diffuso di due canali televisivi pubblici 0802
Introdurre la fatturazione elettronica Un solo canale pubblico, senza pubblicità, informativo e culturale, indipendente dai partiti 0803
Assegnazione frequenze tv con asta pubblica ogni 5 anni 0804
Abolizione dell’Ordine dei giornalisti 0805
Eliminazione dei contributi pubblici alle testate giornalistiche 0806
Introduzione dei ripetitori WiMax e statalizzazione della dorsale telefonica 0807
Tetto nazionale del 5% alla raccolta pubblicitaria per un solo soggetto economico privato 0808
Promuovere l’agenda digitale Piena applicazione nella P.A. del codice dell’Amministrazione digitale Favorire le connessioni infrastrutturali a banda larga e ultra larga Cittadinanza digitale per nascita Cancellare l’influenza dei partiti sul consiglio di amministrazione Rai 0809
Compimento progetto Scuola 2.0 Favorire lo sviluppo delle smart communities/smart cities Copertura Adsl su tutto il territorio nazionale Riforma democratica dell’informazione e del sistema radiotelevisivo 0810
Rivedere la definizione di start up e creare zone franche nei capoluoghi dotate di adeguate infrastrutture Favorire il ‘cloud computing’ e l’e- government Introduzione di norme che impediscono il possesso della maggioranza di canali tv o giornali ai privati, sostituendolo da un azionariato diffuso Banda larga su tutto il territorio nazionale 0811
Libero accesso alle reti 0812
Portare a termine la strategia di Open Government e Open Data 0813
Diffusione capillare della banda larga e larghissima 0814
Diritti
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Riconoscere giuridicamente le coppie omosessuali No al riconoscimento del matrimonio omosessuale Difesa del matrimonio tra uomo e donna Riconoscimento dei diritti civili, degli individui e delle coppie, a prescindere dal genere 0901
Dare cittadinanza ai figli, nati e cresciuti in Italia, degli immigrati Cittadinanza a tutti i nati in Italia 0902
Approvare una legge contro l’omofobia 0903
Migliorare le condizioni di vita dei detenuti 0904
Riaffermare la difesa dei diritti umani, in particolare delle donne Affermare la laicità dello stato e dell’autodeterminazione 0905
Promozione di politiche migratorie accoglienti 0906
Lotta al femminicidio e a ogni forma di sessismo 0907
Salute
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Garantire la piena applicazione della legge 194 sull’aborto Potenziare l’assistenza domiciliare dei parzialmente autosufficienti e dei non autosufficienti. Cure essenziali gratuite e universali 1001
Superare gli aspetti giuridicamente insostenibili della legge 40 sulla procreazione assistita. Attuare la riforma del’Isee Ticket proporzionali al reddito 1002
Promuovere il principio di cautela e di laicità del diritto sui temi che riguardano la vita e la morte Proibire incentivi economici agli informatori scientifici 1003
Incentivare la permanenza dei medici nel settore pubblico, legandola al merito 1004
Liste di attesa pubbliche e online, così come i Cup e le convenzioni 1005
Investire sui consultori familiari 1006
Reintrodurre i Cda nelle Asl e negli ospedali 1007
Allineare l’Italia agli altri paesi Ue e alle direttive Oms sulla lotta al dolore 1008
8 per mille anche alla ricerca 1009
Finanziare la ricerca tagliando le spese per la ricerca militare 1010
Spesare le cure all’estero in assenza di strutture nazionali 1011
Introduzione del reato di strage nei confronti degli amministratori pubblici per danni diffusi Eliminazione inceneritori 1012
Fare della salute uno dei settori dove non esiste differenza tra poveri e ricchi Revisione della legge sull’emergenza salute mentale Riorganizzare il sistema sanitario secondo i principi di appropriatezza delle cure, costo/efficacia, riduzione degli sprechi, gestione manageriale basata sulla valutazione dei risultati Correggere gli effetti della devolution sulla sanità Rafforzare il sistema sanitario pubblico e universale 1013
Riconoscere e valorizzare il ruolo del volontariato Promuovere l’uso di farmaci generici Approvare un piano per la non-autosufficienza 1014
Promuovere programmi di educazione sanitaria e informazione sulla salute 1015
Introdurre criteri di trasparenza nella nomina e promozione dei primari 1016
Promuovere ricerche su effetti sulla salute e su malattie rare 1017
Scuola, Università e Ricerca
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.

Approvare un piano straordinario contro la dispersione scolastica
Raddoppio della detassazione degli utili reinvestiti in ricerca
Completare e rafforzare il sistema di valutazione centrato su test Invalsi e Indire
Abolizione della legge Gelmini e dei finanziamenti alle scuole paritarie e private
Portare l’obbligo scolastico a 18 anni
1101
Credito d’imposta automatico sugli investimenti per l’innovazione, attraverso apposito fondo
Proseguire il progetto avviato dall’Anvur per il censimento e la valutazione dei prodotti di ricerca
Obbligo diffusione internet nelle suole
Cancellare la riforma Gelmini
1102
Introduzione del prestito d’onore per gli studenti
Assicurare un servizio di orientamento scolastico e professionale alla fine di ogni ciclo scolastico
Graduale abolizione dei libri stampati e gratuità dei testi in formato digitale
Cancellare il blocco degli organici imposto dalle ultime finanziarie
1103
Esenzione fiscale totale delle borse di studio sia per beneficiario che per chi le finanzia
Lingua inglese fin dall’asilo
1104
Inizio delle elementari anticipato a 5 anni
Abolizione del valore legale dei titoli di studio
1105
Buoni o credito d’imposta per scuole e università private
Valutazione dei docenti da parte degli studenti
1106
Insegnamento gratuito dell’italiano agli stranieri
1107
Accesso pubblico via web alle lezioni universitarie e insegnamento a distanza
1107
Fare della ricerca e della formazione una priorità, eventualmente togliendo risorse ad altri settori
Maggiore autonomia delle scuole nella gestione
Rimotivare gli insegnanti, investendo sulla qualità
Investire nella ricerca universitaria
Riaffermare il valore universale della scuola, dell’università e della ricerca
1108
Garantire processi di riqualificazione e di rigore della spesa
Valutazione di scuole, docenti e università per favorire la meritocrazia
Autonomia e responsabilità devono essere i principi fondanti dell’organizzazione
Integrazione atenei/aziende
Garantire a tutti l’accesso ai saperi, rifiutando le ipotesi di privatizzazione del sistema d’istruzione
1109
Varare misure per il diritto allo studio
Favorire il rapporto scuola-impresa
Inserire gradualmente sistemi di incentivazione dei dirigenti scolastici basati sul rendimento della struttura
Sviluppo strutture di accoglienza degli studenti
Stabilizzare il personale precario
1110
Investire nella ricerca avanzata nei settori trainanti e a più alto contenuto d’innovazione
Razionalizzare la distribuzione territoriale degli istituti e delle facoltà universitarie
Inserire gradualmente sistemi di incentivazione anche economia degli insegnanti che ottengono i migliori risultati
1111
Fare dell’istruzione uno dei settori dove non esiste differenza tra poveri e ricchi
Introdurre parametri di valutazione della qualità per i fondi agli atenei
Ridurre il tasso di abbandono scolastico
1112
Sviluppo e valorizzazione dell’inglese nei corsi di laurea
Investire nelle strutture scolastiche
1113
Rafforzare il dialogo tra imprese e atenei
1114

Pubblica Amministrazione
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Incentivare la produzione della P.A. introducendo sanzioni per il mancato rispetto dei tempi di risposta Entro i primi 100 giorni, lanciare una consultazione per identificare le 100 procedure da eliminare o ridurre con priorità assoluta 1201
Appalti a km zero, a parità di costo, soprattutto per le piccole e medie imprese Introdurre il principio generale di trasparenza assoluta della pubblica amministrazione, sul modello del Foia negli Usa e in Gb 1202
Piena applicazione delle norme sulla mobilità obbligatoria nel pubblico impiego Garantire concorsi generali e imparziali 1203
Mandati dirigenziali solo a tempo determinato rinnovabili 1204
Semplificare e alleggerire il sistema istituzionale e amministrativo Favorire le promozioni per merito e non per anzianità Accrescere l’efficienza delle pubbliche amministrazioni, in particolare della giustizia 1205
Semplificare le procedure per gli appalti e dissuadere i ricorsi immotivati Completare la riforma della giustizia civile 1206
Ridurre lo spazio per i condizionamenti della politica nelle carriere amministrative e professionali 1207
Valutare il lavoro svolto dai dipendenti pubblici sulla base di merito e produttività 1208
Giustizia e Sicurezza
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Norme stringenti in materia di conflitto d’interessi, antitrust e libertà dell’informazione Separazione delle carriere Accrescere l’efficienza delle pubbliche amministrazioni, in particolare della giustizia Ineleggibilità per i condannati Ripristino del falso in bilancio 1301
Vera responsabilità civile dei magistrati Introdurre coerente disciplina del falso in bilancio Inserimento nel codice penale dei reati contro l’ambiente 1302
Norme più liberali e garantisce sulle intercettazioni, con il divieto di pubblicazione Completare la normativa sull’anticorruzione, antiriciclaggio e autoriciclaggio Incandidablità dei condannati e dei rinviati a giudizio per reati gravi, finanziari o contro la pubblica amministrazione 1303
Inappellabilità delle sentenze di assoluzione Rivedere la riduzione dei termini di prescrizione 1304
Limitazione degli incarichi extragiudiziali dei magistrati Introdurre una disciplina sulle intercettazioni 1305
Limitazione della carcerazione preventiva e maggior dignità per i detenuti Rafforzare la legge sull’incandidabilità 1306
Istituzione di una sezione distaccata del Consiglio di Stato al nord 1307
Maggiori investimenti, economici e logistici, per potenziare le forze dell’ordine 1308
Difesa intransigente del principio di legalità Carriere basate sul merito e non sull’anzianità Rendere più efficaci i sequestri e il riuso dei beni mafiosi Adottare una nuova politica antimafia con l’obiettivo non solo del suo contenimento bensì della sua eliminazione 1309
Rafforzamento della normativa contro la corruzione Informatizzazione della giustizia e processo telematico Completare la riforma della giustizia civile Contrasto totale alla criminalità organizzata e alla corruzione 1310
Contrastare tutte le mafie e sostenere gli amministratori impegnati in questo senso Riduzione dei tempi della giustizia civile, penale e tributaria 1311
Garantire la dignità e i diritti per tutti e non per pochi Attuazione del giusto processo 1312
Fare della sicurezza uno dei settori dove non esiste differenza tra poveri e ricchi Potenziamento delle norme sui reati contro il patrimonio (furti e rapine) 1313
Contrasto totale alla criminalità organizzata 1314
Lotta all’immigrazione clandestina 1315
Nuove norme anti degrado e per il reintegro sociale 1316
Agricoltura
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Eliminazione Imu su terreni e fabbricati per attività agricole Adottare un piano di gestione integrata delle acque 1401
Riduzioni fiscali per i giovani che aprono imprese agricole Favorire pratiche assicurative a livello nazionale o comunitario per proteggere gli agricoltori contro le crisi 1402
Attribuzione di appezzamenti del demanio agricolo per creare nuove imprese Favorire l’accesso al credito agrario specializzato 1403
Sostenere l’export per imprese agricole e industriali 1404
Promuovere un progetto-Paese che individui grandi aree di investimento, di ricerca e d’innovazione verso le quali orientare il sistema delle imprese Maggior tutela degli interessi italiani per la Pac europea Fermare la cementificazione e limitare il consumo di superficie agricola 1405
Tutela dalla contraffazione delle produzioni tipiche italiane Maggiore tutela del “made in Italy” 1406
Cultura e Turismo
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Abbassamento dell’Iva del settore turistico Promuovere intese con le fondazioni non bancarie e le partnership pubblico-privato per finanziare le iniziative 1501
Utilizzare gli introiti dei beni culturali verso investimenti sulla cultura 1502
Valorizzare l’esistente invisibile, ovvero le opere conservate in archivio 1503
Sperimentare l’affidamento in concessione ai privati dei musei in difficoltà 1504
Separazione tra cultura e spettacolo nell’assegnazione di risorse pubbliche 1505
Facilitare l’accesso di musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche a turisti e cittadini Valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico, come afferma l’articolo 9 della Costituzione 1506
Valorizzazione delle concessioni balneari per rilanciare gli investimenti Rafforzare il potenziale del turismo, modificandone la governance e rafforzando il coordinamento centrale 1507
Politica più incentivante dei visti turistici 1508
Sviluppo del turismo sociale 1509
Strategia Stato-regioni per la promozione turistica all’estero 1510
Costi della Politica
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Emolumenti agli eletti non superiori alla media europea Abolire il finanziamento pubblico ai partiti Ridurre i contributi pubblici a partiti e gruppi elettorali Eliminazione dei privilegi dei parlamentari e stipendio allineato alla media degli stipendi nazionali Cancellare la diaria dei parlamentari 1601
Va ridotto il finanziamento pubblico ai partiti Dimezzare tutti i costi della politica Introdurre la trasparenza dei bilanci e una soglia ai finanziamenti privati, e la loro tracciabilità Accorpamento dei comuni sotto i 5mila abitanti Introdurre per legge il limite di due mandati per parlamentari e consiglieri regionali 1602
Abolizione degli enti inutili Chi riveste cariche pubbliche deve dichiarare interessi economici e patrimoniali all’inizio e alla fine del proprio incarico Abolizione delle province, dei rimborsi elettorali, del quorum nei referendum, delle Autorità e introduzione di una vera class action 1603
Allineare i costi di beni e servizi in tutte le regioni e gli enti al valore più basso Divieto di cumulo tra indennità parlamentare e altre retribuzioni 1604
Razionalizzare e valorizzare gli enti locali, superando le duplicazioni e riqualificando la spesa Prevenire i conflitti d’interesse Eliminare i privilegi della politica 1605
Porre un tetto rigido ai compensi dei consiglieri regionali 1606
Riforme Istituzionali
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.

Riformare la legge elettorale sul modello francese (doppio turno)
Elezione diretta del Presidente della Repubblica
Tetto di due mandati per i politici
1701
Adottare il codice etico della Commissione Antimafia per tutte le candidature
Rafforzamento dei poteri del governo
Esame di ‘Costituzione’ per gli eletti
1702
Riforma del bicameralismo, Senato federale e dimezzamento del numero dei parlamentari
Divieto per gli eletti di esercitare altre professioni durante il mandato e divieto di cumulo delle cariche
1703
Abolizione delle province
Obbligo di discussione e voto parlamentare per le leggi di iniziativa popolare
1704
Istituzione delle macroregioni
Partecipazione via web dei cittadini ai lavori del Parlamento
1705
Mantenimento in ambito regionale del 75% del gettito fiscale
1706
Favorire un sistema parlamentare semplificato e rafforzato, con un ruolo incisivo del governo e un ruolo di garanzia del presidente della repubblica
Snellimento procedure approvazione delle leggi
Riformare la legge elettorale
1707
Riformulare un federalismo responsabile e bene ordinato
Semplificazione delle leggi vigenti
Promuovere un federalismo responsabile e solidale
1708
Semplificare e alleggerire il sistema istituzionale e amministrativo
Superamento del patto di stabilità interno
Regolamentare l’attività delle lobby
1709
Aprirsi alla società civile nella nomina di enti, società pubbliche, autorità di sorveglianza e funzioni di governo
Assicurare una logica di monitoraggio e valutazione delle riforme
1710

Unione Europea
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Trasformare la Bce in una banca centrale come la Fed Confermare il proprio impegno sulla disciplina delle finanze pubbliche No al Fiscal compact 1801
Escludere le spese d’investimento dal patto di stabilità 1802
Elezione diretta del presidente della Commissione e rafforzamento del parlamento Ue 1803
Costituire un’agenzia di rating europea 1804
Coordinamento delle politiche economiche e fiscali Accelerazione delle unioni politica, economica, bancaria e fiscale Un’Europa più comunitaria e meno intergovernativa, più unita e non a più velocità, più democratica e meno distante dai cittadini L’Europa deve svolgere un’azione di pace e disarmo 1805
Accelerare l’integrazione politica, economica e fiscale Introdurre Euro bond e project Bond Rifiuto del populismo e dell’intolleranza, superamento dei pregiudizi nazionalistici, lotta contro la xenofobia, l’antisemitismo e le discriminazioni 1806
Creare un modello di civiltà che nessun’altra nazione o continente è in grado di elaborare Centralità dell’Italia nella politica Europea e nella Nato Mercato interno più integrato e dinamico 1807
Combattere le regressioni nazionaliste, anti-europee e populiste Maggiore attenzione alle crescita basata su finanze pubbliche sane 1808
Maggiore solidarietà finanziaria attraverso forme di condivisione del rischio; 1809
Maggiore attenzione all’inclusione sociale e alla sostenibilità ambientale 1810
Eventuali e varie
Pd + Sel Pdl + Lega Agenda Monti Movimento 5 Stelle Rivoluzione Civile (Ingroia) Nr.
Riforma della fiscalità delle associazioni sportive dilettantistiche Ritiro delle truppe italiane in missioni di guerra 1901
Agevolazioni fiscali per investimenti di privati nella costruzione di impianti sportivi di interesse generale Abrogare la riforma Monti delle Forze Armate 1902
Tagliare le spese militari, a partire dall’acquisto dei cacciabombardieri F35 e di tutti i nuovi armamenti 1903
Fonte www.larepubblica.it del 01/02/2013 a cura di Alessio Sgherza