martedì 2 dicembre 2014

Vodafone Smart 4 Mini (785)

Ho questo dispositivo per le mani e lo devo usare quotidianamente. Si tratta di un dispositivo presentato ad un prezzo di 69 euro nel giugno 2014. Anche se marcato Vodafone sembra sia un prodotto Alcatel, il produttore è il cinese TCT Mobile Limited.
La scatola si presenta piccola, ma completa.


Il suo contenuto mi piace, c'è tutto il necessario:
  • Telefono;
  • Batteria da 1400 mAh;
  • Caricabatteria con presa USB;
  • Cavo USB per caricabatteria o connessione PC;
  • Auricolari non in ear (vivendo io con il casco li adoro);
  • Manuale di istruzioni (ottimo per un dispositivo pensato come primo smartphone).
Si tratta sicuramente di un telefono entry level, sopratutto nel prezzo:
  • con una CPU Mediatek dual core da 1300 Mhz (MT6572); 
  • con 4 GB di memoria, ma che può ospitare una minisd fino a 32 GB di capienza;
  • i suoi 512 MB di RAM sono un po' pochini, ma accettabili (adatto a pochi giochi e all'apertura di poche pagine nel browser); 
  • abbiamo di fronte un dispositivo con android Jellibean 4.2.2, un po' vecchiotta, poi KitKat (Android 4.4) con le sue ottimizzazioni per i telefoni low memory (poca RAM) avrebbe dato il meglio.
  • La batteria da 1400 mAh è un po' piccola rispetto a ciò a cui siamo abituati ora, ma il display, non di alto livello, non dovrebbe essere affamatissimo, io poi lo userò al momento con connessione dati spenta, quindi un paio di giorni mi dovrebbe bastare (in 5 ore ne ho consumato il 10% con dati spenti, WiFi e GPS accesi);
  • Naturalmente sono presenti WiFi, Bluetooth, GPS e porta USB;
  • Lo schermo da 4 pollici con un risoluzione 480x800 è di tipo TFT, quindi faticherà un pochino al sole, la parte esterna è in plastica, quindi necessita di una protezione dai graffi (non si dovesse trovare la protezione in giro quì un template per tagliarne una universale), l'angolo di visualizzazione è decente, ma preferirei fosse maggiore;
  • La fotocamera posteriore da 3 MegaPixel è senza flash e con fuoco fisso, non installerò CamScanner 8una delle mia applicazioni da ufficio preferite);  la frontale è assente, quindi niente selfie.
PRO
Sicuramente ho in mano un dispositivo di fascia  bassa, ma lo dovrà sostituire un feature phone che avevo precedentemente, quindi va bene.



Per quanto riguarda le applicazioni preinstallate ho verificato l'ottimo lavoro fatto da Vodafone, oltre a installare una sorta di suo store proprietario non ho trovato bloatware che vada ad intasare le esigue risorse a disposizione.

Tra le impostazioni, degne di nota e mai viste altrove si trovano:
  • la possibilità di silenziare le suonerie capovolgendo il telefono; 
  • la possibilità di decidere quali applicazioni possono accedere alla barra delle notifiche; 
  • la possibilità di accendere e spegnere il dispositivo per fasce orarie e giorni (testato, funziona); 
  • l'avvio rapido (dovrebbe mettere il telefono in uno stand-by molto parco).

La presenza della Radio FM con supporto RDS. Da quando ho il Gnex mi sono dimenticato di tale possibilità. La radio funziona anche senza auricolari, anche se un pop up ci avvisa che si sentirebbe meglio.

CONTRO
Ho inserito una SIM che non ha piano dati attivato, alla prima accensione ho visto che se non inserivo la SIM non mi faceva andare nella configurazione della rete mobile, ho spento il telefono in modalità aereo, inserito la SIM, ma nelle impostazioni di rete mobile non ci sono potuto ancora andare, togliendo la modalità aereo ci sono andato e ho scoperto, haime, che il traffico dati era attivo per default (mi avranno succhiato qualche decina di centesimi, giusto il tempo di disattivare la connessione e cancellare (per estrema sicurezza) i due APN Vodafone preimpostati.

Una piccola pecca la si trova, a mio avviso nei tasti, i tre tasti frontali non sono fisici, ma neanche illuminati, ed in condizione di scarsa attenzione questa scelta può tornare un po' fastidiosa, a mio avviso.
Poi io non amo il tasto di accensione superiore, unico modo per attivare lo schermo del telefono, che per la sau posizione richiede l'uso a due mani.

Senza inserire la scheda di memoria esterna non si va lontano. Dei 4 GB presenti solo 2 sono disponibili, sono riuscito subito a saturarli con qualche MP3 e qualche applicazione.

USO QUOTIDIANO
Dovendolo utilizzare in assenza di connessione dati ho pensato di installare un navigatore offline, ottimo modo per testare il nuovo Here di Nokia, appena possibile lo farò.

Nell'uso quotidiano ho trovato simpatica la presenza del tasto menu, il mio GNex non lo ha e qualche app ancora lo richiede), lo stesso tasto dopo un tap lungo fa accedere al multitasking ed alla, a mio avviso, pessima gestione della memoria.

Per effettuare uno screenshot, e necessario premere contemporaneamente il tasto Power ed il tasto "Volume -" e rilasciarli solo una volta che lo screenshot è stato acquisito, si sentirà un "bip" e ce ne saranno indicazioni sullo schermo. Nella barra delle notifiche ci sarà l'apposito avvertimento, ed abbassanfdola si potrà accedere direttamente all'immagine passando per la galleria.

Testato GPS, in assenza di connessione dati il fix impiega una trentina di secondi, ottimo, rigordo ancora il mio vecchio SGS che andava peggio anche con connessione dati attivata.

Lo spegnimento/accensione automatiche sono veramente comode, anzi anche invadenti. Ieri stavo usando il navigatore, arrivato al momento dello spegnimento mi ha avvisato con un minutino di anticipo e poi, ignorando gli avvisi, ha spento il telefono.

Volendolo ottimizzare con VRoot pare si riescano ad ottenere i permessi di root (non lo ho testato).

MENU SEGRETO
digitando al dialer il codice *#*#3646633#*#* si attiva un menu "segreto" chiamato anche "menu ingegneri mediatek".
Le voci sono tante, ad esempio in Network Selecting si può forzare il telefono al solo uso GSM, portando un elevato risparmio di batteria a scapito della velocità di connessione dati (ma io per ora non la attivo). Oppure si può aumentare il volume dello speaker.... Poi il nostro amico Google ci potrà aiutare a capire meglio le funzionalità di questo menu, senza dimenticare però la pericolosità di effettuare tali operazioni