martedì 14 luglio 2015

Tornado e Cicloni, non compratelo

Giorni fa è stato il compleanno del mio piccolo D. è arrivato alla veneranda età di 9 anni e tra i regali ricevuti c'è stato anche "Tornado e Cicloni" di Clementoni. Subito dopo la sua festicciola mi sono dovuto assentare e, suo malgrado, ha dovuto aspettare il mio ritorno per giocarci.

Appena possibile abbiamo aperto con impazienza la scatola, abbiamo preso le istruzioni, le abbiamo lette e abbiamo/ho cominciato ad assemblare il tutto.

Con grande disappunto dei miei piccoli ci siamo accorti che i componenti elettrici erano da assemblare, a partire da porta batterie (in cui ho dovuto incastrare le molle di tenuta delle batterie ed i contatti), le istruzioni erano complete e corrette, ma c'era anche ben evidenziato di farlo fare ad un adulto, sulla scatola c'è scritto invece che il gioco è per gli 8+ anni.

Dopo il porta batterie abbiamo dovuto collegare nella giusta sequenza i tre componenti elettrici (porta batteria, potenziometro e motore elettrico). Il tutto era spiegato bene, ma non è presente alcun tipo ci connettore, abbiamo dovuto collegare i sei file arricciandoli.
Non contenti di ciò lo schema del disegno non permetteva di seguire uno schema di colori, esempio collegare i fili rossi tra di loro, collegare i fili neri tra di loro ....

Riusciamo a finire questa parte, i bambini avevano quasi abbandonato perché annoiati, ho dovuto fare tutto io (ma il gioco non era per loro?) sono andato ad assemblare le plastiche, mio aspettavo degli incastri rigidi, ma la nuvola va solo appoggiata (è caduta dal suo posto svariate volte).

Finalmente il gioco è "assemblato" (più o meno) lo accendiamo e scopro che il potenziometro fa solo da interruttore (varia la potenza solo su acceso/spento) e i "detriti" vengono spinti in basso.
Come tutti sappiamo un motore elettrico a corrente continua gira nel verso della corrente e nel caso aspiri al posto di soffiare basta invertire le polarità delle connessioni elettriche. I miei figli non lo sapevano, il gioco da questo punto di vista è stato molto istruttivo. Ho smontato di nuovo tutto, invertito le polarità (un filo si è spezzato, ma ne sono uscito facilmente), rimontato il tutto per scoprire che la potenza del motorino è veramente infima e non riesce a far volare i detriti.

A questo punto i bambini avevano sonno e sono andati a dormire, io ho riposto il gioco nell'oblio.

Ed ecco i miei giudizi:
CONTRO:
  • Assemblaggio del gioco non alla portata di un bambino;
  • Assemblaggio finale non perfetto;
  • Potenza insufficiente;
  • Potenziometro inutile;
  • Sarebbe stato comodo un invertitore di fase;
  • Ingombrante anche quando è in scatola.
PRO:
  • opuscolo informativo interessante.
Io non lo comprerei, dopo questa esperienza, voi fatemi sapere se avete avuto un'esperienza più interessante.