martedì 30 settembre 2014

Geolocalizzazione bambini con un cellulare



Un mio amico deve partire per qualche giorno per una breve vacanza col figlio di 9 anni in una capitale europea.
Mi ha chiesto di cercare una soluzione al suo problema.  Ha paura di perdere il figlio (mai visto Minority Report ?), vorrebbe dargli un dispositivo che fornisca al mio amico, sul suo smartphone (iPhone) la posizione del figlio.
Ho fatto una breve ricerca e ho scoperto che tale  dispositivo deve essere fornito di GPS, per sapere la propria posizione, una connessione dati (oppure SMS), per dialogare con l’altro dispositivo e fornire la propria posizione.
Il problema di questo tipo di dispositivi è che il GPs non funziona al chiuso (musei, stadi ...), non è accurato al centimetro, bisogna trovare all'estero una soluzione per avere la connessione dati su entrambi i dispositivi.
Al momento attuale esistono degli smartwatch che fanno questo lavoro (http://www.hereofamily.com/#download, http://www.semar.net/cat303.php?n=1 …) ma non sono alla portata di tutte le tasche

Continuando a cercare ho visto che esistono delle app per cellulare che fanno tale lavoro, ed in più il bambino (non proprio piccolo) può, in caso di necessità fare una telefonata al padre.
Ho trovato difeerente possibilità sul PlayStore:
Mi sono sofferto su Life360., compatibile al momento con Iphone , Android  e Windows Phone. Con delle ottime recensioni su tutti e tre gli store.

L'applicazione, almeno su Android è gratuita con delle funzionalità extra a pagamento, che al momento non interessano al mio amico. Attenti a tali funzionalità, come scritto sulle FAQ del sito non tutte sono disponibili fuori degli Stati Uniti d'America. 

Il mio amico si è installato l’appicazione sul cellulare, mi ha invitato (farò finta di fare suo figlio per fare il test) e mi è arrivata un’email. Nell’email c’era un link da segurei,mi ha portato sul sito dell’azienda in cui mi ha chiesto di registrarmi (mi è stato chiesto un indirizzo email, password, numero di cellulare). Il numero di cellulare dicono serva solo per inviare al dispositivo l’invito ad installare l’applicazione.
Installo l’applicazione sul mio droide (smartphone con Android) ed eseguo il primo avvio. Mi vengono richieste di nuovo le credenziali create poco prima sul sito,.
Pochio istanti e vedo sul display del mio cellulare la mia posizione e, sopratutto, quella del mio amico.
Prima delle sua partenza monitoreremo il funzionamento del tutto e cercheremo un dispositivo che possa ospitare l'applicazione.
Ieri sera ho provato ad installare l'applicazione su un LG Optimus One, telefono di fascia bassa già quando fu messo sul mercato (2010). L'esito è stato positivo, Life360 continua a fare egregiamente il suo lavoro.