lunedì 21 ottobre 2013

L'aumento di prezzi a casa mia. I consumi elettrici

Inflazione, l'etimologia di questa parola la fà venire dal latino inflatio-onis ovverosia gonfiore. Esso dovrebbe indicare l'aumento di moneta circolante in percentuale, in realtà viene impropriamente usato per indicare una percentuale sull'aumento dei prezzi.

Nel periodo 2010 - 2013 l'ISTAT ci comunica che l'inflazione ha avuto questo incremento +1,5% nel 2010, +2,8% nel 2011, +3% nel 2012, + 1,4% nel 2013.

Nel periodo 2010 - 2013 l'ISTAT ci comunica che l'aumento dei prezzi ha avuto questo incremento +1,6% nel 2010, +2,7% nel 2011, +3% nel 2012, + 4% nel 2013.

Come possiamo vedere i due indici, a parte il 2013 (che non è ancora concluso) in genere sono simili.

L'ISTAT per estrapolare l'indice degli aumenti di prezzo analizza mensilmente le variazioni di prezzi di una serie di beni di uso quotidiano ben definiti. L'elenco di tali beni si chiama paniere.
Il paniere negli anni continua a diventare sempre più grande in modo da avere una maggiore granularità di questo indice e quindi una qualità dei dati più vicina alla realtà.
Sarebbe molto comodo per noi utenti poter sapere cosa contiene il paniere, ma io a seguito di diverse ricerche effettuate sia sul sito ISTAT che su Google non ho mai trovato tale lista. Se qualcuno sa dove trovarla ... la condivida.

Ho preso in esame i consumi elettrici di casa mia nel periodo 2010--2013.
Dal sito di ACEA mi sono estratto i dati delle bollette e delle letture e li ho messi in documento elettronico.
Utilizzando le date, gli importi delle singole bollette e i dati relative alle letture effettuate (e non stimate) per singolo periodo e fascia oraria sono riuscito a estrarre questo riepilogo.
Come si nota nella colonna consumi a casa abbiamo fatto un lavoro discreto cercando di abbattere i consumi annui, tale colonna indica i KW consumati nell'arco dell'anno senza distinzione di fascia. Certo in quel periodo abbiamo dovuto sostituire sia lavatrice che lavastoviglie utilizzando, come parametro di scelta, anche i consumi. Per quanto riguarda le lampadine al loro consumo siamo passati in molti casi a quelle a risparmio energetico.
La colonna PercF1 indica la percentuale di energia consumata in fascia 1, anche quì stiamo cercando di migliorare spostando l'orario di avvio di lavatrice e lavastoviglie, qualcosina la abbiamo ottenuta.
Nonostante questi sforzi però le bollette non calano e quì l'amara sorpresa, a meno che non mi sono sbagliato il costo al kw e più che triplicato (300%) negli ultimi 4 anni. In quella colonna ho fatto i conti della serva, ovvero ho diviso l'importo della fattura per i KW effettivamente consumati, inglobando in quel costo canoni, tasse,spese .... Economicamente parlando non è la scelta più corretta, ma guardando le mie tasche mi sembra di si. Ovvero ho contato quanto costa a me alla fine fare una lavatrice (per esempio) in termini di energia elettrica.

Be la sorpresa è amara. l'ISTAT dice che i beni al consumo in questi anni sono aumentati del 11,3%, per quanto riguarda l'inflazione invece c'è stato un aumento globale del 8,7%. Il mio KW invece è aumentato del 337,5

Alla luce di ciò mi piacerebbe qualcuno mi scrivesse dove ho sbagliato, qualcun altro facesse i conti che ho fatto io indicando valori differenti.
Mi piacerebbe sentirmi dire che ho sbagliato. Chi mi aiuta?