mercoledì 29 gennaio 2014

Wiko Iggy, dalla Francia uno Smartphone economico

Ebbene si sono un fan di Android, lo sono perchè mi permette di avere uno smartphone a prezzi abordabili e perchè la community che c'è dietro permette di far sopravvivere telefoni datati, mantenedoli aggiornati e quindi compatibili con le ultime applicazioni rilasciate.
Nell'ottica dei telefoni a basso costo mi sono imbattuto in un altro produttore semisconosciuto in Italia, il francese Wiko mobile.

 I francesi, tra gli europei, sono stati sempre un passo avanti nelle telecomunicazioni, forse il progetto Minitel e la sua diffusione  hanno fatto si che tale popolazione abbia avuto sempre una spinta diversa nei confronti delle telecouniazioni.
Ora si presentano timidamente sul mercato (almeno in Italia) con i prodotti della casa di cui sopra.
Qualche giorno fà mi casca l'occhio su un blog che presentava due nuovi telefoni di tale società, vado a leggere i commenti degli utenti e ne vedo uno entusiasta del modello IGGY .

Parliamo di un telefono Dual Sim, con processore dual core, 512 MB di RAM, schermo da 4,5 pollici ad un prezzo di listino intorno ai 130 euro, che in giro si trova scontato anche a 99 euro.
La cosa si fà interessante, vado a cercare notizie su tale telefono utilizzando il buon vecchio Google e trovo questa bella recensione. Non mi accontento,tali recensioni si possono anche comprare, continuo a cercare e trovo un intero thread su tale telefono su un noto Forum italiano, le opinioni non mi sembrano professionali, proprio per questo le trovo tanto attendibili, ma sono sempre ottime.
Di sicuro lo schermo avrà bisogno di una pellicola di protezione, sicuramente non sarà un Gorilla Glass, ma pwr il prezzo richiesto ci si può stare.
Anche la dotazione hardware non è paragonavbile ad un Galaxy S4, lo paragonerei ad un Galaxy Mini dal punto di vista economico, ma guadagnando in esperienza d'uso.
La batteria, come si legge sul forum, in uso "quotidiano" copre la giornata.

Mi piace, il prezzo lo rende veramente concorrenziale, sopratutto quando si vuole rimanere sotto la soglia dei 100 euro.